13 Agosto 2022
Home » Testimoni della luce
Aforismi

Testimoni della luce

Giovanni però nasce da una donna avanzata in età e già sfiorita; il padre non presta fede all’annunzio sulla nascita di Giovanni e diventa muto. Sembra che Giovanni sia posto come un confine fra due Testamenti,  rappresenta  in sé la parte dell’Antico e l’annunzio del Nuovo. Infatti, per quanto riguarda l’Antico, nasce da due vecchi. Per quanto riguarda il Nuovo, viene proclamato profeta già nel grembo della madre. Prima  di nascere, Giovanni esultò nel seno della madre all’arrivo di Maria. Già da allora aveva avuto la nomina, prima di venire alla luce.  Infine nasce, riceve il nome, si scioglie la lingua del padre. Si scioglie la lingua perché nasce la voce. Infatti a Giovanni, che preannunziava il Signore, fu chiesto: «Chi sei tu?»  E rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto» . Voce è Giovanni, mentre del Signore si dice: «In principio era il Verbo». Giovanni è voce per un po’ di tempo; Cristo invece è il Verbo eterno fin dal principio. (Dai «Discorsi» di sant’Agostino, vescovo)

Articoli correlati

Servire Dio o la ricchezza

Giulia Pennaroli

Una relazione d’amore con Gesù

Giulia Pennaroli

Elia

Alberto Coletto