8 Agosto 2022
Home » Emergenza Ucraina
Caritas

Emergenza Ucraina

Prime indicazioni per la vicinanza fraterna

Caritas diocesana ha attivato una raccolta fondi. Pastorale Migranti segue l’accoglienza profughi in Diocesi

La difficile e dolorosa situazione creatasi in Ucraina interpella tutti, e in maniera speciale i discepoli di Gesù. La preghiera ci apre il cuore alla fraternità in tutte le sue forme, compresa quella del sostegno materiale ai bisogni di chi sta soffrendo, è costretto ad abbandonare la propria patria, si trova solo e privo del necessario per vivere con dignità.

Donazioni in denaro:

E’ possibile raccogliere e affidare alla Caritas diocesana offerte di natura esclusivamente monetaria che andremo ad utilizzare integralmente – senza trattenere alcuna percentuale per le spese di organizzazione – contribuendo alle progettazioni di Caritas Italiana a questo incaricata dai Vescovi. Avremo così a disposizione alcune risorse da utilizzare o direttamente in Ucraina, o a sostegno dei servizi di accoglienza che le comunità cristiane stanno offrendo nei paesi di confine, o nell’eventuale necessità di accoglienza di profughi in Italia.

A tal fine è possibile fare un versamento sul conto che risponde alle seguenti coordinate bancarie: IT 06 D 06085 30370 000000025420 (Banca di Asti – filiale Chivasso) intestato ad ARCIDIOCESI DI TORINO – CARITAS con causale emergenza Ucraina 2022.

Pur coscienti della utilità di donazioni di beni materiali quali cibo, vestiario o medicine suggeriamo alle comunità parrocchiali di non organizzare raccolte in tal senso, preferendo la donazione in denaro che consente maggiore facilità di consegna e duttilità nel reperire ciò che verrà a dimostrarsi necessario nella evoluzione della situazione, e al momento difficilmente prevedibile.

Disponibilità alloggio e posti letto per i rifugiati ucraini:

Sempre più persone si stanno rivolgendo all’Ufficio diocesano per la Pastorale Migranti per dare disponibilità di alloggio e/o posti letto per ospitare rifugiati dall’Ucraina. Per segnalare tali disponibilità, si può scrivere a segnalazioni@upmtorino.it. Si chiede di comunicare quante più informazioni possibile circa la tipologia di alloggio a disposizione. L’iniziativa è in collaborazione con l’Esarcato apostolico per i fedeli cattolici ucraini e la Comunità Ucraina Cattolica di Torino.

Articoli correlati

Sportello Lavoro

Giulia Pennaroli

2 e 3 Ottobre torna la raccolta di abiti usati

Giulia Pennaroli

Programma europeo di aiuti agli Indigenti (FEAD)

Alberto Coletto