Home » Quaresima: in preghiera davanti alla Croce
Approfondimenti

Quaresima: in preghiera davanti alla Croce

La Quaresima è tempo per cantare la gioia del perdono; quaranta giorni per prepararsi a riscoprire delle piccole primavere nelle nostre vite. Sì, durante la Quaresima noi ci rivolgiamo verso Dio per accogliere il suo
perdono e ritrovare la fonte della vita.
La Quaresima è un tempo che ci invita alla condivisione. Ci porta a sentire che non c’è pienezza senza l’accettazione di rinunce, e questo per amore. Il Vangelo esalta la semplicità di vita. Ci spinge al dominio dei nostri desideri per arrivare a limitarci, non per costrizione ma per scelta. La semplicità liberamente scelta permette di resistere alla rincorsa del superfluo nei più avvantaggiati e contribuisce alla lotta contro la povertà imposta ai più diseredati. Durante questo tempo di Quaresima, osiamo rivedere il nostro stile di vita in vista di una solidarietà con i più poveri.
Come famiglia possiamo metterci di fronte al Croci fisso per pregare e affidarci a Lui. La preghiera genera la fraternità. Nella preghiera impariamo a fare della nostra vita un seguire Cristo portando la nostra croce per il bene di tutti.

Ogni settimana di Quaresima una preghiera e la benedizione per la tavola

Eccoti, Signore

Tu che conosci
l’intimo degli uomini,
tu che sei la Luce,
tu che cambi i cuori,
tu che sei il Signore,
eccoti portare tra le tue braccia
stese e inchiodate
le pene e le sofferenze e il male
che straziano il mondo,
eccoti sulla croce
prendere vicino a te, per proteggerli,
tutti gli infelici e i maltrattati,
eccoti morto sul legno
seminare la vita di Dio
su tutti i figli della terra,
eccoti esposto sulla collina
mormorare a noi:
«rimango con voi per sempre!».
Io mi inchino,
io mi abbasso,
io mi faccio piccolo,
io mi inginocchio,
con meraviglia e con gioia
davanti a te, Signore nostro,
e davanti al tuo amore
così grande! Amen.

PREGHIERA PER LA TAVOLA
Dio nostro Padre, nel tuo Regno i poveri mangeranno e saranno saziati e i tuoi fedeli esulteranno di gioia. Aiutaci a condividere i beni di questo mondo con coloro che ne sono privi, affinché fin da ora tutti insieme ti rendiamo grazie e proclamiamo la tua giustizia. Per Cristo nostro unico Signore. Amen.

Articoli correlati

LA FEDE È ABITARE

Giulia Pennaroli

Lettura del Vangelo di Giovanni

Giulia Pennaroli

Il mandorlo fiorito – spunti per riflettere

Giulia Pennaroli